Scuola professionale Cnos Fap: da Vercelli al Ricciolo d’Oro

Un concept suggestivo, una donna fantasy che incarna in sé i quattro elementi: acqua, aria, terra e fuoco.

È questa l’atmosfera che attende i partecipanti del Ricciolo d’Oro, giunto quest’anno alla sua 47esima edizione. Un evento tutto dedicato al talento, che permetterà ai partecipanti di esibire la propria creatività.

Si svolgerà il 25 febbraio a Castione, e vi prenderanno parte anche diverse scuole italiane. Tra queste la scuola professionale Cnos Fap di Vercelli. Ecco cosa ha dichiarato Cinzia La Rocca, docente della scuola.

“Conosco il Ricciolo d’Oro da diversi anni, e l’ho sempre ritenuto un buon concorso per i nostri ragazzi, per renderli responsabili. Si tratta di un evento internazionale di un certo valore, che arricchisce il loro curriculum. Da qui è nata la voglia di provare, di gareggiare, e di partecipare con i nostri allievi.

Questa è la nostra seconda partecipazione. Alcuni tra nostri ragazzi hanno già vinto, qualcun altro ha portato a casa la medaglia. Lo scorso anno ho gareggiato con i ragazzi di terza, quest’anno ci saranno anche gli allievi di terza.

I nostri ragazzi sono molto motivati, e il fatto che ci siano ben due classi a gareggiare ne è la prova. Questo gli da anche modo di osservare realtà differenti dai soliti concorsi regionali o di paese, e rappresenta uno stimolo e un grande motivo di crescita.

Noi di questo siamo molto contenti: i ragazzi devono capire che la vita è sempre una gara, una competizione continua, bisogna imparare a mettersi in gioco da subito, lavorare e arricchirsi sempre di più.

Da parte nostra c’è tanto impegno, che porteremo avanti fino alla data del concorso, sperando di aiutarli a raggiungere i loro obiettivi. Si va per vincere, ma è importante sopratutto partecipare. Anche un semplice attestato è già un traguardo”.

A coinvolgere le due scuole Renato D’Agostini, rappresentante del Comitato Organizzativo che si è occupato delle pubbliche relazioni.

Il Ricciolo d’Oro da sempre crede nel talento e nei giovani.

Ti piacerebbe metterti in gioco? Scopri di più su www.ricciolodoro.show